09/12/15

Rabih Abou khalil, Blue camel - Sahara di Vittorio Zanini





Sulle sabbie del deserto come sulle acque degli oceani non è possibile soggiornare, mettere radici, abitare, vivere stabilmente. Nel deserto come nell’oceano bisogna continuamente muoversi, e così lasciare che il vento, il vero padrone di queste immensità, cancelli ogni traccia del nostro passaggio, renda di nuovo le distese d’acqua o di sabbia, vergini e inviolate. 

Alberto Moravia

Rabih Abou khalil, Blue camel - Sahara