Language Translate

giovedì 8 gennaio 2015

Easy Rider, Dialoghi sulla libertà





Gorge: Lo sai? Una volta questo era proprio un gran bel paese... e non riesco a capire quello che gli è successo. 

Billy: Beh, è che tutti hanno paura, ecco cos'è successo. Noi non possiamo neanche andare in uno di quegli alberghetti da due soldi, voglio dire propri di quelli da due soldi, capisci?Credono che si vada a scannarli o qualcosa, hanno paura. 
George: Si ma non hanno paura di voi, hanno paura di quello che voi rappresentate. 
Billy: Ma quando, per loro noi siamo solo della gente che ha bisogno di tagliarsi i capelli. 
George: Ah no, quello che voi rappresentate per loro è la libertà. 
Billy: Che c'è di male nella libertà? La libertà è tutto. 
George: Ah si, è vero, la libertà è tutto, d'accordo, ma... parlare di libertà ed essere liberi sono due cose diverse. Voglio dire che è difficile essere liberi quando ti comprano e ti vendono al mercato... e bada non dire mai a nessuno che non è libero, perché allora quello si darà un gran daffare a uccidere, a massacrare per dimostrarti che lo è. Ah certo, ti parlano e ti parlano e ti riparlano di questa famosa libertà individuale, ma quando vedono un individuo veramente libero, allora hanno paura. 
Billy: La paura però non li fa scappare. 
George: No, ma li rende pericolosi.

Easy Rider, Dialoghi sulla libertà

Nessun commento:

Posta un commento