Language Translate

❀ Sahara ღ❤





 Mi è sempre piaciuto il deserto. Ci si siede su una duna di sabbia, non si vede nulla, non si sente nulla, e tuttavia qualche cosa risplende nel silenzio.

Antoine de Saint Exupery, il piccolo Principe




L'occidente non ha la più pallida idea della bellezza del nulla.


Osho


                            




 

                            





Arriva un momento nella vita in cui

non rimane altro da fare che

percorrere la propria strada fino in fondo.

Quello è il momento d'inseguire i propri sogni,

quello è il momento di prendere il largo,

forti delle proprie convinzioni.


S.Bambaren 

 



Quando c'è una meta, anche il deserto diventa strada. Chi corre sempre, saprà sempre meno cose di colui che sta calmo e riflette.

 Proverbio Tuareg 









Niente come tornare in un luogo rimasto immutato,
ci fa scoprire quanto siamo cambiati.



Nelson Mandela 








Non esiste uomo completo Se non colui che Ha viaggiato molto, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua Vita.

 Alphonse de Lamartine 



 


































Sulle sabbie del deserto come sulle acque degli oceani non è possibile soggiornare, mettere radici, abitare, vivere stabilmente. Nel deserto come nell’oceano bisogna continuamente muoversi, e così lasciare che il vento, il vero padrone di queste immensità, cancelli ogni traccia del nostro passaggio, renda di nuovo le distese d’acqua o di sabbia, vergini e inviolate.  

Alberto Moravia






























Per noi, viandanti eternamente alla ricerca della via più solitaria, non inizia il giorno dove un altro giorno finisce, e nessuna aurora ci trova dove ci ha lasciato al tramonto. Anche quando dorme la terra, noi procediamo nel viaggio. Siamo i semi della tenace pianta, ed è nella nostra maturità e pienezza di cuore che veniamo consegnati al vento e dispersi.

 Kahlil Gibran 




 












Il piacere è un canto di libertà,
Ma non è la libertà.
È la fioritura dei vostri desideri,
Ma non è il loro frutto.
È un richiamo profondo verso una vetta,
Ma non è il fondo né il culmine.
È l'ingabbiato che prende il volo,
Ma non è spazio racchiuso.
Oh sì, il piacere è realmente un canto di libertà.
E io vorrei che lo cantaste a cuore aperto, ma non vorrei vedervi
perdere il cuore nel cantarlo.

 Kahlil Gibran 



 


















Io vago errante, io sono folle, nudo,
elegante, faccio smorfie, sorridente
dietro la polvere della carovana
che risale dal deserto verso l’oasi
dove sgorgano le sorgenti dell’Unità.
O mie cavalcature
nate il mio stesso giorno,
io ho lasciato le provviste per il viaggio
a quelli che non sanno fare a meno
del latte della loro madre.
La mia ombra si moltiplica
nello specchio dei miraggi.
Sete.
Mi sfiora il volteggio
delle aquile dell’ultimo respiro.
Il sole calante arrossa
i miei orizzonti.
Sangue.
Io non ho paura della morte,
non ammiro affatto la vita.
Niente mi turba, tranne queste piccole farfalle
svanite sulla loro rosa d’amore.
Non c’è per me altro punto d’arrivo
che la stella della mia follia.
Quando il velo della fatica mi avvolgerà
io cadrò sulla sabbia,
granello tra i granelli.
Come guanciale
la mia mano che rivela
i sogni di prima ch’io esistessi.
Come compagno
il silenzio in cui trova riparo
il respiro di ogni creatura.
Di scritti e di parole
io non conosco l’ombra,
perché mia madre non m’ha insegnato altro
che interpretare l’incresparsi della sabbia
dove scompaiono la tracce di ogni vita.
Un tetto io non ce l’ho
per poterlo rimpiangere.
La tenda della realtà
si trova oltre il bivacco delle stelle
che corrono verso altre vie lattee.
Il giorno in cui tremerà la terra
chi si trova abbandonato al suolo
si rialzerà.
Quando il mio corpo cadrà sfinito
seppellitelo laggiù, sotto la duna,
il midollo farà da humus.
La mia anima partirà gridando come un cammello
verso gli oceani
di cui nessuno custodisce gli accessi.

Mahmoudan Hawad, scrittore e pittore tuareg

  










































Io sono un uomo libero solo in quanto riconosco
l’umanità e la libertà di tutti gli uomini che mi circondano.
Rispettando la loro umanità, rispetto la mia.

Michail Bakunin 














Noi siamo gli scultori della nostra vita ,
perchè la vita la si può percepire come un grande macigno ,
spetta a noi trasformarla in un capolavoro ,
scolpirla , levigarla , renderla unica senza compromessi altrui .
Sarà il tuo sudore che lascerà il segno ,
sarà la tua passione che ti contraddistinguerà .

 Tomas Antecini 





























La libertà non sta nello scegliere tra bianco e nero, ma nel sottrarsi a questa scelta prescritta.

 Theodor Adorno 


































Per molto tempo ho avuto l'impressione che la vita stesse per iniziare, la vita vera. Ma c'era sempre qualche ostacolo sulla via,
qualcosa che prima bisognava risolvere, qualche affare in sospeso che richiedeva ancora del tempo, o un debito da estinguere. In seguito la vita sarebbe iniziata. Alla fine mi sono reso conto che questi ostacoli erano la mia vita.

 Alfred de Souza 





























































Vorrei che andaste incontro al sole e al vento con la pelle, più che con il vestito, perchè il respiro della vita è nella luce solare e la mano della vita è nel vento.

 Kahlil Gibran 



























































Non c’è per me altro punto d’arrivo che la stella della mia follia. Quando il velo della fatica mi avvolgerà io cadrò sulla sabbia, granello tra i granelli. Come guanciale la mia mano che rivela i sogni di prima ch’io esistessi. Come compagno il silenzio in cui trova riparo il respiro di ogni creatura.

Mahmoudan Hawad, poeta tuareg




















































 





 



 

 

 

1 commento:

  1. Grazie per questo viaggio meraviglioso...
    E c'è qualcuno che mi chiedeva "Ma il deserto non è noioso" ? :-O

    A chi mi chiede di "raccontare" il deserto...
    12 gennaio 2009 alle ore 17.14
    L'ultimo dell'anno, sono salita da sola su un'alta duna...era il tramonto.
    Avevo con me il mio diario di viaggio rosso...

    "Il mio respiro è corto,
    il vento stende la mia pashmina, riempiendola,
    il sole è ancora caldo,
    ho scalato una grande duna
    ed ora sono qui
    in un universo di sabbia vellutata
    dalle forme morbide e sinuose
    e dai colori cangianti.
    Il silenzio perfetto
    è rotto solo dal lontano riverbero delle voci del campo,
    lì nella valle, lontanissimo.
    I piedi nudi affondano nella sabbia,
    ed io sprofondo in me stessa.
    Ascolto il vento che suona
    e disegna nuovamente la scena,
    rendendo meno nitide le impronte del percorso
    che mi ha condotto qui.
    Sognavo il deserto da sempre
    ed ora eccomi!
    Incontro me stessa e sento che "va bene"...
    ho trasformato i fallimenti in nuove possibilità...
    sento che lo spazio che mi entra dentro non trova resistenze.
    Vedo scorrere davanti questo anno così intenso
    formulo singoli pensieri...per ognuno.
    Ad ognuno sono grata ...
    sento la ricchezza degli incontri e
    la libertà del "poter perdere"
    sento ......
    Sento la vita che mi scorre dentro!

    Intanto sorge una luna nascente...
    un bellissimo sorriso nel cielo"

    RispondiElimina