Language Translate

venerdì 16 novembre 2012

✿ Naturopatia ツ - Yoga, saluto al sole




Yoga e Saluto al Sole, Più energia e meno stress ogni giorno


Lo stress è una componente essenziale nella vita di un essere umano. E' la risposta fisiologica dell'organismo alle sollecitazioni cui siamo sottoposti ogni giorno, a livello personale, lavorativo, relazionale.


Questo adattamento agli stimoli esterni si traduce in reazioni neuropsichiche, fisico-locomotorie, ormonali, emotive, grazie 
alle quali è possibile modificare o l'ambiente circostante, o il proprio modo di porsi di fronte ad esso.


Nella società contemporanea risulta difficile la gestione dello stress e non esserne sopraffatti. E' quasi impossibile data la gigantesca mole di input che ci urtano ogni istante: luci, neon, rumori, suoni ad alto volume, ordini, compiti da eseguire, relazioni non sempre ideali.


L'importanza di possedere degli strumenti efficaci nella gestione dello stress


Lo Yoga ci offre una pratica molto antica e allo stesso tempo molto efface, per riscaldare, allenare e sciogliere tutti i muscoli del corpo. 


Il Saluto al sole ( in sanscrito Surya Namaskara) è una pratica completa che scioglie la colonna vertebrale, allunga le membra e rafforza tutto il corpo. E' inoltre praticabile a qualunque età, donando a chiunque calma e interna e vigore a chiunque lo pratichi con costanza.


Si compone di una serie di movimenti in sequenza combinati con la respirazione. E' un esercizio che riempie il corpo di energia ed aiuta a controllare il respiro, perchè a ogni movimento sono abbinate un'inspirazione e un'espirazione.


Benefici del Saluto al Sole


Il Saluto al Sole è una pratica molto utile nella gestione dello stress perchè agisce su molti livelli:


Sistema nervoso

La colonna vertebrale viene allungata e compressa, stimolando la circolazione in tutto il midollo spinale e in tutti i plessi nervosi. Vengono inoltre tonificati i flussi nervosi che vanno a stimolare gli organi interni.


Sistema Respiratorio

La respirazione quotidiana dell'uomo di oggi appare più simile all'apnea che a una generosa immissione di ossigeno nei polmoni che diventano pieni di depositi stagnanti di aria viziata, di biossido di carbonio e di gas tossici.


La respirazione profonda, ritmica e sincronizzata del Surya Namaskara vuota completamente i polmoni e li riempie di aria fresca, pulita ed ossigenata. Malattie respiratorie ed eccesso di muco possono essere eliminati.


Sistema circolatorio

Surya Namaskara migliora la circolazione cardiaca, ma senza sforzo come negli esercizi di ginnastica. Ne risulta un migliore flusso sanguigno che accelera l’eliminazione dei materiali di rifiuto e introduce ossigeno fresco e nutrimento per tutte le cellule.


I muscoli cardiaci vengono rinforzati e i vasi sanguigni del cuore, le arterie coronarie, vengono stimolate a moltiplicarsi, migliorando la circolazione e riducendo la possibilità di un attacco di cuore.


Sistema digestivo

L'allungamento e la compressione dell'intestino tonificano il sistema digestivo massaggiando e stimolando completamente tutti gli organi addominali. L'assimilazione del cibo sarà più rapida


Sistema urinario

Con Surya Namaskara la colonna vertebrale ed i muscoli del dorso vengono mossi in modo tale da premere e massaggiare gentilmente i reni, stimolandon
e la funzione ed aumentando il flusso di sangue che li attraversa.


Il saluto al Sole: praticamente


POSIZIONE 1- Partiamo eretti con i piedi paralleli leggermente divaricati. Le mani sono giunte davanti allo sterno

POSIZIONE 2- Inspirando apriamo le braccia lateralmente e le portiamo su unendo i palmi delle mani, lo sguardo in direzione dei pollici 


POSIZIONE 3- Espirando flettiamo il busto e portiamo le mani al pavimento o alle caviglie


POSIZIONE 4- Tenendo entrambe le mani ferme accanto ai piedi, piegando il ginocchio sinistro si estende indietro la gamba destra. Le dita del piede destro e il ginocchio toccano il pavimento. Portando il bacino in avanti si inarca la colonna guardando in alto. Le mani mantengono l’equilibrio del corpo mentre inspirando si solleva il torace in avanti e verso l’alto


POSIZIONE 5-Portando il piede sinistro accanto al destro, si sollevano i glutei e la testa si trova fra le braccia in modo che il corpo assuma la forma di un triangolo rispetto al pavimento. Si Espira completamente ed in apnea si passa alla posizione successiva

POSIZIONE 6- Si mantiene l’apnea e piegando le ginocchia sul pavimento si portano il torace e il mento al pavimento, tenendo il bacino sollevato da terra. Le mani, il mento, il torace, le ginocchia e le dita dei piedi toccano il pavimento e la colonna vertebrale è arcuata

POSIZIONE 7- espirando e mantenendo le braccia e le gambe distese, si fa leva sulle spalle sollevando il bacino ed i glutei, si abbassa la testa e si riprende la posizione n. 5


POSIZIONE 8- inspirando si porta la gamba sinistra in avanti collocando il piede fra le mani, contemporaneamente si porta il ginocchio destro giù al pavimento spingendo il bacino in avanti. Inarcando la colonna vertebrale si guarda in alto per poi riprendere la posizione n. 4


POSIZIONE 9- Espirando si porta il piede destro accanto al sinistro.


POSIZIONE 10- Allungando le gambe ci si flette in avanti sollevando i glutei avvicinando la fronte alle ginocchia. Le mani rimangono sul pavimento accanto ai piedi. Questa è come la posizione n. 3

POSIZIONE 11- Inspirando si solleva il tronco allungando le braccia sopra la testa inarcando la schiena come nella posizione n. 2.


POSIZIONE 12- Espirando si raddrizza tutto il corpo e ritrovando la posizione di equilibrio iniziale si portano le mani giunte al petto


Note: questo costituisce mezzo ciclo del surya namaskar. Per completare l’altra metà , vengono eseguiti gli stessi movimenti, la sola variazione è che la gamba sinistra viene portata indietro nella posizione n. 4 e la gamba destra viene portata in avanti nella posizione n. 9. Così un ciclo completo consiste di 24 movimenti, due serie di dodici, dando equilibrio ad ogni lato del corpo in ogni mezzo ciclo.


Non sforzatevi di eseguire perfettamente le posizioni: ogni movimento dovrà essere rilassato e ritmato, concentrandosi sull'armonia e la fluidità della sequenza di movimento in accordo con il ritmo del respiro (inspirazione/espirazione).


I benefici saranno proporzionali alla costanza con cui ci si applica! 





1 commento:

  1. un ottimo post! Molto interessante visto che anch´io faccio lo yoga.
    Cari saluti da trauttmansdorff merano, Elena.

    RispondiElimina